Connect with us

bellissimi fiori

Come salvare le rose naturali, una regola e consigli per proteggere i tuoi fiori

Ieri ho preso un mazzo di fiori, li ho messi in acqua e mi sono addormentato sperando di prendere il mio caffè mattutino con queste rose, ma la sorpresa è stata la mattina! Quando mi sono svegliato e ho scoperto che il bouquet era completamente appassito, sì completamente, come? Mancano solo poche ore? Ho bevuto il mio caffè, ma con rose stanche.

Oggi ho deciso di farmi un altro bellissimo mazzo di fiori, e ovviamente ho chiesto al fiorista come conservare le rose naturali il più a lungo possibile, e lei mi ha spiegato segreti e tecniche attraverso le quali posso bere quotidianamente il mio caffè con questo bouquet, e ora condivido questi segreti con te, forse hai un bouquet Rose e vuoi proteggerlo!
Come salvare le rose naturali

La prima cosa da tenere a mente è che tutte le rose recise sono destinate ad appassire e possono durare in media 7-12 giorni, alcune vivono più a lungo come: margherita, fresia, crisantemo, girasole… che possono durare più a lungo del giglio, lilla, Narciso… che appassiscono in pochi giorni, ma con i seguenti consigli, segreti e osservazioni, puoi mantenere vivi i tuoi fiori.
1 – Preparare i fiori da mettere nel vaso

Prima di mettere i fiori nell’acqua, la parte inferiore dello stelo deve essere tagliata a una distanza di 2,5-5 centimetri.Le forbici per piante sono le migliori per questo compito.Puoi anche usare forbici da cucina o un coltello pulito.

Il taglio deve essere obliquo in modo che i fiori assorbano l’acqua più facilmente e in modo che non aderiscano completamente al fondo del vaso (questo accade quando i fiori recisi sono dritti in orizzontale).
2- Accorciare i fiori grandi e pesanti

Solo perché il fiorista o il giardiniere ti regalano fiori con steli lunghi non significa che devi tenerli così come sono, in cambio accorciare alcuni fiori permette loro di ottenere acqua e cibo più facilmente.

Pertanto, per fiori grandi e pesanti, è preferibile tagliare gli steli più corti, mentre i fiori più leggeri e più piccoli possono mantenerli lunghi.
3- Metti velocemente i fiori nell’acqua

Assicurati di mettere i fiori nell’acqua il prima possibile e non lasciarli troppo a lungo senza di essa in modo che non si secchino e muoiano dal primo giorno.

Anche il processo di taglio degli steli dei fiori va fatto velocemente e preferibilmente se lo si fa sotto l’acqua corrente (cioè sotto l’acqua del rubinetto) in modo che la punta dello stelo venga ripulita da impurità, polvere e fango se presente. E poi metti direttamente il fiore nell’acqua.
4 – Rimuovere le carte sotto la linea di galleggiamento

Alcuni tipi di fiori sono caratterizzati dalle foglie che si ramificano dallo stelo per tutta la loro lunghezza, in questo caso ci saranno foglie immerse nell’acqua, ma queste foglie in particolare non rendono sgradevole l’aspetto dei fiori e sono finite per essere un vero pericolo a loro e devi proteggerli da esso perché aumenta la possibilità di crescita batterica in Acqua e sulla gamba.

Quindi assicurati di rimuovere le foglie sotto la linea di galleggiamento per rendere il tuo bouquet più bello, in modo da preservare le rose naturali e mantenerle sane.
5 – Scegli il vaso di fiori giusto

Dovresti scegliere il vaso di fiori in modo che sia adatto in termini di dimensioni, lunghezza e numero di fiori, consentendo a ciascun fiore di avere il proprio spazio senza grumi e di avere l’altezza adeguata in modo che possa facilmente prendere l’acqua.

Assicurati di non riempire il vaso di fiori! E se ci sono molte rose o se ci sono rose corte e lunghe e non vuoi tagliarle, pensa semplicemente a posizionare più di un vaso di fiori e dividerli su di essi, così puoi decorare più posti nella tua stanza con questi fiori.
6- Cambia l’acqua dei fiori ogni pochi giorni

Fondamentalmente, il vaso di fiori deve essere pulito e privo di polvere o sporco, quindi è preferibile lavarlo bene prima di metterci i fiori, inoltre l’acqua deve essere pulita e limpida e a temperatura ambiente.

Devi cambiare l’acqua dei fiori ogni pochi giorni, ovviamente durante i quali pulirai di nuovo il vaso di fiori e poi metterai acqua pulita.
7- Ritagliare i gambi ogni pochi giorni

Ogni volta che si cambia l’acqua dei fiori è preferibile recidere il gambo, ma questa volta non taglierà 2,5-5 centimetri, ma taglierà una quantità minore, non più di 2 centimetri, mantenendo la stessa angolazione in modo che i bei fiori possano continuare a bere facilmente l’acqua.
8 – Controllare i giornali ogni giorno

Col tempo, alcune foglie e petali inizieranno ad appassire, ma le rose sono ancora sane, qui dovrai rimuovere le foglie e i petali appassiti, non solo rendono cattivo l’aspetto, ma aumentano anche le possibilità di crescita e riproduzione batterica in oltre ad essere un peso per i fiori.

Cioè quando cambi l’acqua dovrai recidere i gambi, eliminando le foglie appassite e i petali stanchi.
9 – Evita calore, luce solare e frutta!

Sai che il posto che dedichi ai fiori fa una grande differenza nella loro vita? Sì, ci sono posti che lo fanno durare più a lungo, in cambio ci sono posti che lo fanno seccare e appassire.

I fiori amano il freddo e possono vivere più a lungo se li metti in una stanza fresca, quindi evita di lasciarli in un luogo caldo, alla luce diretta del sole o vicino a dispositivi elettrici che emettono calore come il tuo computer o lo schermo della TV….

Dov’è il problema con la frutta? La frutta fresca produce gas che danneggia i fiori, quindi se hai intenzione di mettere il vaso di fiori in cucina, tienilo lontano dalla frutta.