Finiture in cima alla collina per concludere la difficile rotta del Tour of Britain 2022

L’edizione 2022 del Tour of Britain presenterà sia l’inizio più a nord che il finale più a sud, mentre la gara si avventura da Aberdeen all’Isola di Wight in otto fasi di gare dure e logoranti, con la battaglia generale destinata a infuriare dal primo stadio fino all’ultimo.

Il percorso accidentato e costantemente testato di quest’anno, che si svolge dal 4 all’11 settembre, consolida lo status recentemente acquisito del Tour of Britain come preparazione ideale per i campionati del mondo, con tutte le otto tappe tranne una che raggiungono almeno 2.000 metri di dislivello.

Riprendendo da dove si era interrotta la gara dell’anno scorso, la grande partenza avrà luogo ad Aberdeen prima del primo arrivo in vetta del giorno di apertura del Tour of Britain’s Modern History, che si concluderà al Glenshee Ski Centre. Mentre la Old Military Road da Auchallater, lunga 9,1 chilometri, è stabile – gli ultimi cinque chilometri hanno una media del 4,8 percento – garantirà comunque che i favoriti per la classifica generale debbano essere all’erta fin dall’inizio.


La corsa attraverserà quindi le strade ormai familiari degli Scottish Borders, ospitando il Tour per la seconda volta in tre anni, per un debutto in arrivo a Duns, prima di attraversare l’Inghilterra per la terza tappa tra Durham, notevolmente la prima volta che il la città ha tenuto una tappa iniziale e Sunderland.


Mappa della fase 2 del Tour of Britain 2022

Mappa della fase 3 del Tour of Britain 2022

La quarta tappa da Redcar a Duncombe Park a Helmsley segna il tanto atteso ritorno della gara nel North Yorkshire dopo 13 anni e giocherà un ruolo cruciale nel decidere il vincitore assoluto: gli ultimi 30 chilometri delle salite del Carlton Bank (lungo due chilometri con un’estenuante pendenza media del 9,8 percento) e Newgate Bank (due chilometri al sei percento) prima della discesa verso il traguardo.


Mappa della fase 4 del Tour of Britain 2022

Dopo una breve tregua dall’implacabile scalata della quinta tappa nel Nottinghamshire, il percorso si dirige a sud per una prima tappa completa nel Gloucestershire e una panoramica corsa costiera nel Dorset il giorno successivo.


Mappa della fase 5 del Tour of Britain 2022

Mappa della fase 6 del Tour of Britain 2022

Mappa della fase 7 del Tour of Britain 2022

Il Tour si concluderà quindi come è iniziato con un arrivo in cima a una collina, durante quello che gli organizzatori chiamano il “più grande evento sportivo mai organizzato” sull’Isola di Wight.

Lo spettacolare percorso di 150 km della tappa finale da Ryde promette di offrire uno scenario mozzafiato attraverso il Canale della Manica e verso le rocce di Needles mentre il gruppo corre lungo la mozzafiato Military Road. Dopo essersi rimpinzati della bellezza naturale, i corridori affronteranno il finale più difficile che l’iterazione moderna della gara abbia mai visto: i due chilometri di salita fino a Tennyson Down, con tiri del dieci percento negli ultimi 400 metri.


Mappa della fase 8 del Tour of Britain 2022

Gli organizzatori sperano che l’evento di quest’anno, e il suo estenuante finale, possa emulare la battaglia di andata e ritorno dell’edizione 2021 tra il vincitore Wout van Aert ed Ethan Hayter, con il campione belga che ha strappato la maglia di leader solo dalle spalle di Hayter l’ultimo giorno.

“Come promesso quando abbiamo svelato le regioni ospitanti del Tour of Britain a febbraio, la gara di quest’anno presenta una serie di sorprese, niente di più che i traguardi in collina per iniziare e terminare gli otto giorni di competizione di livello mondiale”, ha affermato il direttore di gara Mick Bennett.

“Creare un percorso che incoraggi corse aggressive e tattiche coraggiose fin dal primo giorno migliorerà la reputazione della gara, lascerà il milione di spettatori in più a guardare di persona gratuitamente con ricordi duraturi, mostrerà la straordinaria bellezza delle nostre sedi ospitanti e intrattenere ripetutamente un pubblico mondiale”.

Come sempre con il Tour of Britain, non puoi accontentare tutti e l’annuncio del percorso di oggi – come abbiamo visto anche dopo il teaser di febbraio – ha inevitabilmente attirato lamentele dei fan che lottano per capire perché la gara non passerà davanti alla loro porta di casa.

Fortunatamente, il team di comunicazione del Tour ha da tempo dimostrato di essere all’altezza del compito di affrontare i lamenti online:

La maggior parte dei fan, tuttavia, è un po’ più comprensiva:

Add Comment