Il crollo dell’Arsenal in Champions League li lascerà intrappolati nello stesso circolo vizioso quest’estate

L’ironia di Bruno Guimaraes che lunedì sera ha sbattuto la porta della Champions League in faccia all’Arsenal è stata inevitabile.

L’interesse per Guimaraes del nord di Londra durante la finestra di gennaio è stato del tutto genuino, ma si dice che siano stati indecisi e lenti nel cercare di concludere un accordo.

Il Newcastle era meno titubante e il resto è storia; Guimaraes ha segnato il secondo gol nella vittoria per 2-0 al St James’ Park, escludendo l’improbabile scenario di una sconfitta del Tottenham contro il Norwich domenica, ponendo fine alle speranze di qualificazione alla Champions League dell’Arsenal.

C’era un tema simile dietro il fallimento dell’Arsenal nell’approdare Emiliano Buendia la scorsa estate.

L’ironia di Bruno Guimaraes che mette fine alle speranze dell’Arsenal in Champions League era inevitabile

Ai Gunners è stata data ampia opportunità dal Norwich di concludere un accordo per il nazionale argentino, ma hanno esitato, indugiato e mercanteggiato.

Come ha fatto il Newcastle con Guimaraes, l’Aston Villa ha eseguito con il minimo sforzo per far naufragare l’Arsenal.

Sembra che i difetti dell’Arsenal non si limitino solo al campo.

Ma niente più problemi a reclutare i Gunners in seguito perché, immancabilmente, è in campo che ci riescono davvero.

Hanno soffocato. E ‘davvero così semplice. Qualsiasi critica a Mikel Arteta e alla sua squadra dovrebbe essere temperata, ovviamente.

Guimaraes era un giocatore che i Gunners hanno perso a gennaio per essere stato troppo indeciso

Guimaraes era un giocatore che i Gunners hanno perso a gennaio per essere stato troppo indeciso

La loro sconfitta al St James' Park è stata un riflesso dei loro fallimenti dentro e fuori dal campo

La loro sconfitta al St James’ Park è stata un riflesso dei loro fallimenti dentro e fuori dal campo

Indubbiamente, in questa stagione hanno fatto dei passi nella giusta direzione. Sono vicini alla qualificazione per la Champions League – e si avviano verso l’ultima giornata della stagione con una possibilità, anche se scarsa, di finire tra i primi quattro.

Significa progresso. Questo è il motivo per cui l’Arsenal ha consegnato a Mikel Arteta un nuovo contratto triennale, anche se alcuni membri del club hanno messo in dubbio i tempi dell’annuncio di questo mese, ritenendo che il club avrebbe dovuto aspettare fino alla fine della stagione del contratto.

Probabilmente Arteta merita il suo nuovo contratto, sta costruendo una squadra giovane che per gran parte della stagione ha impressionato.

Ma capitolare in questo modo, perdere cinque o nove partite precedenti va dritto al cuore e illustra problemi radicati.

Molte di queste carenze sono mentali e per molti versi l’unico modo per rimediare a questi disturbi è attraverso l’esperienza. soffrendo per il dolore come hanno fatto lunedì sera.

Gli uomini di Mikel Arteta hanno fatto buoni progressi ma questo crollo illustra problemi fondamentali

Gli uomini di Mikel Arteta hanno fatto buoni progressi ma questo crollo illustra problemi fondamentali

La sua giovane squadra dell'Arsenal può correggere le carenze mentali solo con esperienze come quella di lunedì

La sua giovane squadra dell’Arsenal può correggere le carenze mentali solo con esperienze come quella di lunedì

Ma è questa mancanza di esperienza e profondità che è costata ai Gunners in questa stagione

Ma è questa mancanza di esperienza e profondità che è costata ai Gunners in questa stagione

In realtà, solo Bukayo Saka, Thomas Partey e Kieran Tierney interesserebbero i tradizionali sei grandi club. Il fatto che Partey e Tierney abbiano saltato l’irruzione della stagione per infortunio non ha aiutato la causa dell’Arsenal.

Ma qui sta il problema; una chiara mancanza di profondità nella rosa dell’Arsenal.

Gli XI titolari hanno la possibilità di competere per un posto tra i primi quattro; Se Tierney e Partey fossero stati disponibili, il momento clou della stagione sarebbe potuto andare diversamente.

Ma in futuro, chi può dire che Saka rimarrà a lungo negli Emirati? Le trattative per un nuovo contratto si svolgeranno dopo la partita di domenica contro il Norwich.

Tuttavia, quei colloqui, che erano già diretti a complicazioni a causa dell’ambizione della star inglese di competere per importanti trofei e giocare a Champions League, non saranno semplici.

Vincere il posto al vertice del calcio europeo avrebbe sicuramente facilitato le trattative: senza di essa, l’Arsenal è indiscutibilmente indietro.

Resta da vedere se Bukayo Saka ora deciderà di rimanere negli Emirati

Resta da vedere se Bukayo Saka ora deciderà di rimanere negli Emirati

L'attuale accordo di Saka scade nel 2024 e il club ora avrà meno voce in capitolo nei colloqui

L’attuale accordo di Saka scade nel 2024 e il club ora avrà meno voce in capitolo nei colloqui

L’attuale accordo di Saka scade nel 2024, ma l’Arsenal può davvero rischiare di permettere a un giocatore – secondo quanto riferito dal valore di quasi 100 milioni di sterline – di entrare negli ultimi due anni del suo contratto?

È una chiamata difficile. È imperativo per Arteta che Saka si impegni nel club, il 20enne è il loro miglior giocatore.

Ma il fatto che un giovane che ha giocato solo tre stagioni complete di calcio professionistico sia ampiamente riconosciuto come il testimone del club è di per sé preoccupante.

Questo ci riporta alla questione del reclutamento.

È facile dirlo con il senno di poi, ma la decisione di lasciare andare Pierre-Emerick Aubameyang senza firmare un sostituto si è rivelata costosa.

L’Arsenal trascorse gennaio cercando di convincere Dusan Vlahovic, che all’epoca era alla Fiorentina, a unirsi a loro al posto della Juventus.

Quando è diventato chiaro che stavano perdendo quella battaglia, l’Arsenal ha deciso di mantenere intatte le proprie finanze al fine di assicurarsi uno dei loro bersagli offensivi preferiti quest’estate invece di trovare una soluzione rapida per risolvere la partenza dell’Arsenal.Aubameyang a Barcellona.

La richiesta di Arteta di lasciare andare Pierre-Emerick Aubameyang a gennaio è tornata a perseguitarlo

La richiesta di Arteta di lasciare andare Pierre-Emerick Aubameyang a gennaio è tornata a perseguitarlo

Alexandre Lacazette ed Eddie Nketiah hanno segnato solo cinque gol tra di loro da allora

Alexandre Lacazette ed Eddie Nketiah hanno segnato solo cinque gol tra di loro da allora

I problemi di Arteta con la disciplina di Aubameyang sono ben documentati e lo spagnolo credeva che tenerlo al club avrebbe minato la sua autorità.

Ma nel gennaio 2017, dopo una lite di allenamento tra Antonio Conte e Diego Costa al Chelsea, i due hanno deciso di mettere da parte le divergenze fino all’estate.

Il Chelsea vinse la Premier League quella stagione prima che Conte venisse mandato all’Atletico Madrid.

I subentrati interni di Aubameyang – Alexandre Lacazette ed Eddie Nketiah – hanno segnato cinque gol tra di loro dalla partenza di Aubameyang, il contributo del primo a quel conteggio da un rigore nella vittoria per 2-0 sul Leicester a marzo.

Nonostante il circo, l’Arsenal avrebbe potuto fare a meno di Aubameyang per l’ultima metà della stagione.

Andando avanti, attirare il livello di giocatore che Arteta e il direttore sportivo Edu vogliono quest’estate sarà messo a repentaglio dalla mancata qualificazione alla Champions League.

Secondo quanto riferito, Darwin Nunez è un obiettivo di trasferimento per l'Arsenal

Youri Tielemans darà la priorità al calcio della Champions League la prossima stagione

Quest’estate l’Arsenal potrebbe mancare Darwin Nunez (S) e Youri Tielemans (R).

L’Arsenal è interessato al centrocampista del Leicester Youri Tielemans, ma il belga darà la priorità a un trasferimento in Champions League prima di considerare un trasferimento a Londra.

Certo, la probabilità di atterrare l’attaccante del Benfica Darwin Nunez era comunque remota, ma è probabile che non esistano ora senza il calcio europeo di massima serie.

Si dice che l’attaccante del Manchester City Gabriel Jesus sia incuriosito dal progetto che Arteta sta costruendo, ma è abbastanza affascinato da scambiare invece la Champions League con l’Europa League?

Si afferma che il budget di trasferimento non sarà influenzato dall’ultima incapacità del club di fornire il miglior calcio europeo la prossima stagione, ma qui il problema non è il denaro.

I migliori giocatori vogliono giocare nelle migliori competizioni; di conseguenza, l’Arsenal potrebbe trovarsi più in profondità nella sua lista di obiettivi di quanto avrebbe voluto.

È un circolo vizioso da cui l’Arsenal sta lottando per uscire.

.

Add Comment