Il Google Pixel Watch ha bisogno di un buon chip, ma quale?

All’inizio di questa settimana, Google ha confermato ciò che sospettavamo da tempo: il Google Pixel Watch arriverà entro la fine dell’autunno. E mentre abbiamo appreso alcuni dettagli, la rivelazione è stata più un teaser che un annuncio a tutti gli effetti. In parte c’era da aspettarselo e, naturalmente, i prossimi mesi saranno pieni di speculazioni sulla forma finale del Pixel Watch. Ma una cosa di cui Google ha bisogno per correggere è il chip all’interno.

È chiaro, dal design del Pixel Watch alla massiccia avventura dell’azienda nel riorganizzare il sistema operativo Wear, che Google sta cercando di creare uno smartwatch Android di punta in grado di dare una corsa all’Apple Watch per i suoi soldi. Il fatto è che la lenta evoluzione di Wear OS non era interamente su Google. Per diversi anni, Wear OS è stato ostacolato dalla mancanza di processori capaci.

La maggior parte degli orologi Wear OS funziona con un chip Qualcomm Snapdragon Wear. Alcuni funzionano su chip proprietari, ma questi sono l’eccezione. In un momento in cui Samsung e Apple stavano lanciando uno smartwatch avanzato funzionalità a destra ea sinistra su SoC sempre più potenti, Qualcomm ha comprensibilmente dedicato più sforzi ai suoi chip mobili rispetto ai suoi chip indossabili. Ciò ha lasciato Wear OS senza un processore in grado di tenere il passo. Gli orologi erano lenti, scaricare app al polso poteva essere ingombrante e a volte sembrava che l’orologio stesse combattendo contro di te.

Il Fossil Gen 6 aveva la piattaforma Qualcomm Snapdragon 4100. Non ha fatto una grande differenza.
Foto di Dieter Bohn/The Verge

Ci sono molte ragioni per cui Wear OS ha faticato a prendere piede, ma ci sono due fattori principali che lo hanno portato dove è oggi: software raramente aggiornato e questo problema di chip. . La riparazione di entrambi sarebbe stata una corsa accidentata, ma almeno Wear OS 3 è uno sforzo concertato sul fronte del software. Il problema hardware è un po’ più preoccupante perché fino ad ora, gli orologi Wear OS si sono basati principalmente sui chip di Qualcomm. E sfortunatamente Qualcomm non ha consegnato.

C’era speranza quando la piattaforma Snapdragon Wear 4100 è stata annunciata poiché utilizzava una tecnologia di processo più recente (sebbene ancora obsoleta) che avrebbe consentito prestazioni più veloci e funzionalità più moderne. Ma allora ci è voluto più di un anno prima che una manciata di orologi lo utilizzasse effettivamente e l’esperienza complessiva non è ancora migliorata in modo significativo.

Ad essere sinceri, le piattaforme Snapdragon Wear 3100 e 4100 non saranno sufficienti per Pixel Watch. È stato significativo quando Samsung ha deciso di utilizzare il proprio SoC Exynos W920 sulla piattaforma Snapdragon Wear 4100 per la linea Galaxy Watch 4, i primissimi orologi Wear OS 3. Semplicemente non avrebbe mai superato la tecnologia di Samsung.

E quando Google e Fossil hanno iniziato a spiegare come potrebbero funzionare gli aggiornamenti a Wear OS 3, è diventato chiaro che nemmeno il 3100 avrebbe funzionato. Fossil ha rivelato che nessuno dei suoi 3100 smartwatch riceverà l’aggiornamento alla nuova piattaforma unificata, contrariamente a quanto molti pensavano. Quando Google ha annunciato quali orologi Wear OS esistenti sarebbero stati idonei per un aggiornamento a Wear OS 3, non solo escludeva tutti gli orologi con alimentazione 3100, ma includeva anche l’infausto messaggio insieme ad altri che “in alcuni casi limitati l’esperienza dell’utente potrebbe essere influenzata”.

Il colpo è stato quando pochi mesi dopo il reveal di Wear OS 3, Qualcomm ha annunciato nel luglio 2021 che si stava preparando a sviluppare una nuova piattaforma 5100 nel corso del prossimo anno. Il che dovrebbe significare che il 5100 è quasi pronto a meno che non venga ritardato.

Questo ci lascia con una grande domanda. Cosa alimenterà esattamente il Pixel Watch? E sarà in grado di eseguire Wear OS 3 come immagina Google?

Galaxy Watch 4 Classic (in alto a sinistra) e Galaxy Watch 4 (in basso a destra)

Google potrebbe potenzialmente concedere in licenza il chip proprietario Exynos utilizzato da Samsung per alimentare la linea Galaxy Watch 4
Foto di Dieter Bohn/The Verge

Forse Google concederà in licenza Exynos W920 di Samsung. Samsung ha rifiutato di dire se questa fosse una possibilità in diverse occasioni. (Comprensibilmente.) Un’altra voce recente è che il Pixel Watch presenterà il chip indossabile di ultima generazione di Samsung, l’Exynos 9110. O dato l’improvviso desiderio di Qualcomm di spingere un nuovo chip indossabile, forse il Pixel sarà uno dei primi orologi alimentati dal piattaforma 5100. O forse Google adatterà il suo chip Tensor per Pixel Watch. Abbiamo chiesto a Google di commentare il processore del Pixel Watch, ma ha rifiutato di commentare.

Tutti questi scenari sono difficili da prevedere. Wear OS 3 ha funzionato bene su Galaxy Watch 4 ad eccezione della durata della batteria con display sempre attivo. Non si può dire che Pixel Watch soffrirebbe allo stesso modo, anche se ha lo stesso chip. Verrà eseguita una versione aggiornata dell’interfaccia utente di Wear OS 3 e probabilmente non utilizzerà esattamente gli stessi componenti. Le perdite suggeriscono già che le dimensioni della batteria sono diverse. L’orologio in esecuzione sul vecchio Exynos 9110 potrebbe essere potenzialmente deludente, ma nemmeno la fine del mondo. Il Samsung Galaxy Watch 3 ha fatto funzionare Tizen abbastanza facilmente e Wear OS 3 fa almeno parte di Tizen. Quando si tratta di durata della batteria, il Galaxy Watch 3 non era niente di straordinario, ma era, almeno nella mia esperienza, migliore del suo successore.

Optare per un chip Tensor sarebbe intrigante, in parte perché non sapremmo cosa aspettarci, ma anche perché Google non sarebbe limitato da terze parti. Per quanto riguarda un chip Qualcomm 5100, è difficile sperare in base al passato.

Detto questo, Qualcomm potrebbe sorprendere tutti e trovo difficile immaginare che Google soffra di un chip inferiore quando ha attivamente e continuamente gettato le basi per Pixel Watch per oltre due anni. Sarebbe un flop quando conta di più.

Ovviamente, non sapremo quale sarà il chip fino a quando Google non lo confermerà entro la fine dell’anno. Ma una cosa è certa: Wear OS 3 non può ripetere gli errori del passato. Non è la fine del mondo se Pixel Watch non viene fornito con EKG approvati dalla FDA, sensori di temperatura corporea e ogni funzione sperimentale di salute sotto il sole. (Abbiamo anche chiesto a Google di questo, ma hanno rifiutato di nuovo di commentare.) Quelli possono sempre venire dopo. Quello che non può permettersi sono le prestazioni lente e la durata della batteria abissale.

L’unico modo per giudicare il successo (o il fallimento) di Google sarà testare noi stessi il Pixel Watch. Ma sapere quali poteri avrebbe almeno darebbe un’idea di cosa aspettarsi.

Add Comment