Il progetto di David Ginola per il Newcastle United diventa virale dopo aver parlato con i comproprietari

Il fatto che i comproprietari del Newcastle United Amanda Staveley e Mehrdad Ghodoussi fossero seduti al tavolo con David Ginola mostra quanto lontano sia arrivato il club in un breve lasso di tempo.

I commenti dello sgargiante francese una volta erano sgraditi al St James’ Park e disapprovati dai poteri dello United. Dopo la testimonianza di Steve Harper, Ginola si è presentata alla reception del Milburn Stand del club e ha chiacchierato con i giornalisti su ciò che era necessario a Tyneside. Era il 2013.

LEGGI DI PIÙ – La chat dello spogliatoio di Eddie Howe con i giocatori

Ginola ha espresso sentimenti molto simili al suo candido sfogo al Super Sunday dopo la sconfitta degli Spurs nove anni fa. Allora, dopo aver tenuto il campo con scrittori di football, concludeva, indicando al piano di sopra la sala del consiglio, con: “Ma dipende da loro”.

Se non hai ancora sentito lo sfogo di Ginola, con molti fan che hanno bisogno di un drink forte invece di rivivere il gioco subito dopo agli Spurs, potresti essere interessato a sapere che è diventato virale su YouTube. Dopo un profondo respiro, Ginola ha dichiarato al panel del Super Sunday: “Penso che debba essere ricostruito da zero, tatticamente cercano di imitare le altre squadre senza la qualità di cui hai bisogno.

“Sì. Rimodellare la squadra, non con gli stessi giocatori. Dobbiamo trovare un modo in cui il Newcastle usi il loro spirito e quello che fanno sul campo, credono in quello che fanno.

“Quello che abbiamo visto è stato solo per 15 o 20 minuti. Avevamo due linee e tutti facevano la stessa cosa quando hanno perso la palla, penso che debbano avere il proprio modo di giocare. Non c’è creatività. Devono essere di più accurato e avere più spirito”.

Ginola è stato quindi pressato e ha chiesto una battuta inevitabile sugli animatori, e ha aggiunto: “Kevin Keegan non ci ha chiesto di fare molto. Tatticamente non era sul tabellone come tattiche massicce. Mi è stato detto (da KK): ‘ Non voglio che tu difenda perché John Beresford difenderà, non ti voglio lì, voglio che tu fornisca qualcosa nell’area”.

Ginola ha poi proseguito: “Non chiedere a qualcuno di fare qualcosa che non sa fare”. Le osservazioni del francese hanno poi provocato le risate dei colleghi esperti Graeme Souness e Jermain Defoe prima che si mettesse sulla difensiva.

La prossima puntata ha reso avvincente la TV della domenica pomeriggio quando ha detto: “Se dopo ho lavorato per il club, subendo cinque gol, pensi che questo sia professionale? Onestamente?

“Difendere saggia era scarsa, a questo livello bisogna difendersi meglio. Avevo dei difensori addosso (che lo hanno segnato in carriera) e non era quello”.

Ginola ha lasciato un accenno di ciò che accadrà dopo, ha detto: “Il progetto non sarebbe mai stato realizzato in pochi mesi. Il progetto inizierà la prossima stagione e valuteremo il periodo di tempo necessario, forse cinque o sei anni per costruire un club.

“Quando dico ricostruire il club da zero, non è sbarazzarsi di tutti, è ripensare il tutto perché se pensi agli animatori, sono solo i giocatori a cui piace davvero stare insieme. Ci piace molto giocare insieme, stare insieme e il lo spogliatoio per me è vitale.



Il Newcastle United si è schierato prima dell’FA Charity Shield 1996 contro il Manchester United allo stadio di Wembley il 12 agosto 1996

“Se nello spogliatoio i giocatori non vanno d’accordo, non possono lavorare insieme sul campo di calcio, è così semplice. Se non sei d’accordo dimmelo.

“Ma per me lo spirito che avevamo con gli intrattenitori era brillante. “Ci conoscevamo molto bene. Il mio inglese non era buono ma volevo saperne di più sui giocatori. Devi costruire una famiglia. Una squadra di calcio deve essere una famiglia”.

L’elemento familiare al Newcastle è qualcosa che Staveley è desiderosa di spingere mentre cerca di costruire un ambiente amichevole piuttosto che porte chiuse, come era il caso di Mike Ashley. Il regime precedente non voleva ascoltare chi conosce il club come il Ginola. Che i proprietari siano ricettivi alle sue opinioni mentre avanzano può solo essere giudicato come una cosa positiva.

.

Add Comment