Jurgen Klopp può dimostrare il valore di vivere il presente – con il primo candidato di Mo Salah – il Liverpool FC

La speculazione futura è proprio questo, il Liverpool deve vivere il presente e il compito di Jurgen Klopp è garantire che Mohamed Salah sia un rosso che fa proprio questoscrive Steven Scragg.

Martedì sera ha offerto un risultato confortevole contro il Benfica, da una partita che il Liverpool ha dominato e rilanciato di nuovo alla grande, prima di insidiare ancora una volta verso la fine.

Mentre la squadra di Jurgen Klopp ha un piede in semifinale di Champions League, l’allenatore del Liverpool si abbandona al discorso diretto.

Klopp potrebbe interpretare il politico del calcio, ma semplicemente non è il suo stile. Fai una domanda stupida all’allenatore del Liverpool e riceverai una risposta avvincente e sguardi che uccideranno, ma se lo coinvolgi in una conversazione intelligente, otterrai una risposta schietta, informata e spesso divertente.

Nella scia della Champions League del Liverpool, vittoria dei quarti di finale all’andata sul Benfica, Klopp è stato abbastanza aperto da ammettere che Mohamed Salah sta lottando dentro di sé.

Non è niente che non sapessimo già, ma in termini manageriali da manuale Klopp sarebbe stato nel suo diritto di deviare la conversazione altrove, o di suggerire che tutto è fantastico per il suo genio egiziano, e che la forma migliore è proprio dietro l’angolo ancora una volta . Non si sa mai, potrebbe esserlo, ma Klopp non è pronto a fare promesse infondate.

Invece, Klopp ha parlato di “tutte le storie” e di un “periodo difficile” per l’uomo che è stato il fornitore di così tanto che è glorioso del Liverpool moderno.

A Lisbona, Salah ha perso un’occasione d’oro per portare il Liverpool sul 3-0 prima dell’intervallo ea cinque minuti dalla ripresa per il secondo tempo, la partita ha avuto un aspetto molto diverso dopo che Darwin Núñez aveva accorciato gli arretrati del Benfica.

Salah è stato sostituito poco dopo l’ora, così come Sadio Mane e Thiago, mentre Klopp cercava di dare alla squadra di casa problemi alternativi su cui pensare. Parte di questa decisione sarebbe stata pensando alla trasferta di domenica al Manchester City e si potrebbe sostenere che lo stratagemma ha funzionato.

LISBONA, PORTOGALLO - Martedì 5 aprile 2022: Mohamed Salah di Liverpool stringe la mano al manager Jürgen Klopp mentre viene sostituito durante la prima tappa del quarto di finale della UEFA Champions League tra SL Benfica e Liverpool FC all'Estádio da Luz.  (Foto di David Rawcliffe/Propaganda)

Una volta, agganciare Salah dopo un’ora di quarti di finale di Champions League sarebbe stato impensabile.

Giustamente ci preoccupiamo dell’esito dello stallo contrattuale di Salah, ma per essere brutali, non abbiamo più bisogno di essere vincolati a un giocatore e, ironia della sorte, Salah ha dato un contributo maggiore a quello status collettivo di qualsiasi altro membro della squadra di Klopp.

Attenzione. Se aiuti a fare qualcosa di meglio di quello che era, allora anche tu diventerai automaticamente di minor valore individuale man mano che il collettivo cresce in forza, ti guardo Bobby Firmino. L’insostituibile diventa improvvisamente sostituibile. Vedi il Liverpool di Bob Paisley per la prova di questo.

In definitiva, Salah potrebbe benissimo rimanere, ma deve essere nei termini e nelle condizioni del bene della collettività. Quanti zeri devono avere alla fine del suo stipendio è solo un’ombra rispetto al ruolo che interpreterà. Il Salah dal 2022 al 2026 sarà senza dubbio un’entità leggermente diversa rispetto alla versione dal 2017 al 2022, se dovesse rimanere nel club.

LISBONA, PORTOGALLO - Martedì 5 aprile 2022: Ibrahima Konaté di Liverpool festeggia dopo aver segnato il primo gol durante la prima tappa del quarto di finale della UEFA Champions League tra SL Benfica e Liverpool FC all'Estádio da Luz.  (Foto di David Rawcliffe/Propaganda)

Meglio con Salah, ce la faremo se dovesse andare avanti. Ad ogni modo, dovremmo essere per sempre grati per il suo contributo alle gioie che abbiamo vissuto negli ultimi cinque anni.

Al contrario, lo stesso Klopp è tutta un’altra questione; a due anni dalla fine del proprio contratto, quando si tratta della prospettiva di colmare i vuoti calcistici, l’allenatore del Liverpool sarà sicuramente un atto impossibile da seguire.

È stato fuori da un caffè di Lisbona che Klopp ha ricevuto la conferma dell’offerta di diventare l’allenatore del Liverpool durante i primi mesi di quello che doveva essere un anno sabbatico dal gioco, e c’era chiaramente un senso di gioia per lui nell’essere là dietro.

Una delle cose più grandi di Klopp è la sua consapevolezza non solo di se stesso ma di ciò che lo circonda. Tocca costantemente la base con la realtà e insiste sul fatto che coloro con cui lavora facciano lo stesso. Forse è per questo che non sembra mai sbattere le palpebre quando i giocatori optano per pascoli nuovi.

La risposta di Klopp a Philippe Coutinho che si stava dirigendo verso il Barcellona è stata quella di incanalare la quota di trasferimento nelle aree della sua squadra che ne avevano più bisogno, mentre quando non è stato possibile raggiungere accordi sui nuovi contratti con Emre Can e Gini Wijnaldum, li ha salutati e augurò loro buona fortuna.

Se un giocatore non è più a bordo, per qualsiasi motivo, non vi è alcun reale vantaggio nel rimanere. Klopp fonda le sue decisioni sul buon senso e puoi vedere che non esiste un club più adatto alla sua visione e personalità. Lui stesso ha affermato che i due sono perfettamente adatti.

LISBONA, PORTOGALLO - Martedì 5 aprile 2022: Il manager del Liverpool Jürgen Klopp festeggia dopo la partita della prima tappa del quarto di finale della UEFA Champions League tra SL Benfica e Liverpool FC all'Estádio da Luz.  Il Liverpool ha vinto 3-1.  (Foto di David Rawcliffe/Propaganda)

Anche se non c’era nulla di particolarmente nuovo da apprendere nell’eccellente documentario di BT Sport The Boot Room Boys, che era andato in onda subito dopo la partita di martedì sera, è stato un tempestivo promemoria del fatto che il Liverpool è un club che è stato costruito sulle fondamenta di un club simile, quasi identico. ethos a quello a cui Klopp lavora.

Klopp si sentirà davvero insostituibile. Naturalmente, questo è stato pensato a Bill Shankly quando ha lasciato il club inaspettatamente e poi è arrivato un altro tipo di brillantezza sotto Paisley, ma abbiamo davvero una sua versione contemporanea ad Anfield?

Non puoi fermare il cambiamento perché alla fine si imporrà su di noi, quindi vivere nel presente è estremamente importante e il trucco per Klopp è convincere Salah a vivere il presente mentre il più grande gioco della stagione si profila all’orizzonte. Eastlands sarà il luogo ideale in cui tutto si rimetterà in moto per lui ancora una volta.

Sui rossi.

.

Add Comment