Ogni parola della conferenza stampa dei Rangers di Gio van Bronckhorst mentre chiude la domanda sui “requisiti del trofeo”.

Giovanni van Bronckhorst ha bisogno che i suoi giocatori dei Rangers si riprendano urgentemente dalla sconfitta contro il Celtic.

Una grande opportunità per raggiungere la semifinale di Europa League è dietro l’angolo per il boss di Ibrox.

E mentre il titolo di Premiership potrebbe scivolare nelle mani di Ange Postecglou dopo il derby di domenica, l’Europa League apre un’altra potenziale strada verso la Champions League.

Il Braga sembrava il miglior sorteggio possibile per assicurarsi il passaggio alla fase delle semifinali, ma Carlos Carvalhal spera di dimostrare che è un caso di stare attenti a ciò che si desidera in Portogallo.

Se i Rangers vogliono progredire, dovranno farlo senza il talismano Alfredo Morelos che è in disparte fino alla prossima stagione.

Ecco ogni parola della conferenza stampa di Van Bronckhorst prima dello scontro in vista del Braga.

Stai sottolineando la dimensione dell’opportunità di Europa League ai giocatori?

È una grande opportunità, non capita spesso di giocare un quarto di finale in Europa e si ha la possibilità di raggiungere le semifinali. Dobbiamo lavorare sodo e ottenere le prestazioni domani ma anche la prossima settimana per superare il Braga.

Penso che la gente stesse dicendo il miglior sorteggio che potessimo avere un paio di settimane fa, ma penso che siano un’ottima squadra, molto forte. Hanno vinto contro il Benfica lo scorso fine settimana, quindi è una squadra difficile da superare.

Abbiamo una grande sfida davanti a noi, ma apprezziamo l’opportunità di andare in semifinale, quindi dobbiamo uscire e fare bene per arrivare alle semifinali.

Quanto è stato duro perdere Alfredo Morelos?

Certo, è un duro colpo perché è il nostro attaccante. Non lo abbiamo più per la stagione.

Siamo delusi, lo siamo, ma sappiamo qual è il problema e quanto tempo è fuori. Dobbiamo andare avanti e questa è l’unica cosa che dobbiamo fare ora.

Cambierai formazione senza Morelos?

Ci prepariamo per questo gioco come prepariamo ogni gioco. Per vedere l’avversario, i suoi punti di forza, i suoi punti deboli e poi vedere quali giocatori possiamo usare.



BELGRADO, SERBIA – 17 MARZO: Rangers Alfredo Morelos durante una partita della UEFA Europa League tra la Stella Rossa Belgrado e i Rangers al Rajko Mitic Stadium, a Belgrado, in Serbia. (Foto di Alan Harvey / Gruppo SNS)

Ovviamente non abbiamo Morelos, non abbiamo Hagi, non abbiamo Lowry – anche lui non è disponibile.

Quindi scegliamo semplicemente un piano di gioco e proviamo a eseguirlo nel miglior modo possibile.

Hai la squadra per farcela senza Morelos?

Credo di sì. Come ho detto prima, siamo delusi dalla perdita di Morelos, ma in cinque domande, quattro hanno incluso Morelos, quindi questo significa che è un giocatore molto importante.

La realtà è che lui non c’è e dobbiamo preparare questa partita senza di lui ed è quello che abbiamo fatto negli ultimi giorni ed è quello su cui puntiamo anche domani.

Quanto è importante vedere una reazione dei giocatori dopo domenica?

In primo luogo, ovviamente, c’è delusione. È ovvio e devi cambiare subito per concentrarti sulla partita che c’è davanti ed è Braga. Questo è quello che hanno fatto i giocatori, è quello che abbiamo fatto tutti noi.

E’ l’unica cosa che possiamo fare e dobbiamo farlo adesso la partita è passata e guardiamo avanti alla partita contro il Braga.

Con l’Europa League e la Coppa di Scozia la via più probabile per un trofeo, ruoterai la rosa in campionato?

No, usciamo in ogni partita e cerchiamo di vincerla con la squadra migliore e più forte che abbiamo. Siamo ancora in tutte le competizioni.

Ovviamente il campionato sarà più difficile ora, ma dobbiamo andare avanti, quindi non c’è alcuna possibilità che affronterò una squadra indebolita domenica. Il focus ora è su Braga e poi torniamo a St Mirren.

È raro che una squadra scozzese arrivi così lontano in Europa, hai sottolineato ai giocatori l’opportunità che hanno?

Si, certo. L’anno scorso la squadra si è comportata molto bene in Europa, essendo stata coinvolta in Europa dopo la pausa invernale che è anche molto buona.

Ora siamo un passo avanti e cercheremo di entrare in semifinale. Non capita molto spesso, come squadra scozzese, di raggiungere le semifinali in Europa, quindi significa che stiamo andando bene in Europa.

È quello che vogliamo continuare e superare anche il Braga che sarà davvero difficile. Per raggiungere una semifinale… è tutto da giocare e vogliamo vincere questo pareggio.

Quanto potrebbe essere importante per te il montepremi dell’Europa League in estate?

Quando vinci contro il Braga e superi il pareggio, ci sono tanti aspetti positivi fuori dalla vittoria.

Il posto in semifinale, anche economicamente, fa bene al club che aiuterà tutti noi ma alla fine.

Per me e per i giocatori il focus sono le nostre partite e le due contro il Braga e cercare di vincere il pareggio.

I tuoi giocatori hanno bisogno di portare lo spirito combattivo di Belgrado in questo gioco?

Già perché è l’Europa, è molto difficile come abbiamo visto in tutte le partite giocate fino ad ora, anche contro Dortmund e Stella Rossa.



Ryan Kent dei Rangers festeggia con i suoi compagni di squadra dopo aver segnato un gol durante gli ottavi di finale di UEFA Europa League contro la Stella Rossa

Devi essere presente in ogni reparto. In campo serve la tua consapevolezza tattica, la tua consapevolezza fisica, il tuo modo di giocare, attaccare, difendere.

Devi essere completo giovedì per ottenere un buon risultato. Finora siamo riusciti a farlo e ora è un’opportunità per rifarlo e vincere contro un avversario forte.

Quanta pressione senti per vincere almeno un trofeo? E questo era un requisito del consiglio quando sei stato nominato?

Non devono spiegare la pressione di essere manager dei Rangers. Sono stato qui come giocatore, ho avuto la pressione quando ero allenatore del Feyenoord, quindi la pressione è sempre lì.

Certo, devi esibirti, voglio fare bene con la mia squadra, i giocatori vogliono fare bene ed è quello che stiamo cercando di fare e per cui lavoriamo sodo.

Certo, alla fine vuoi avere l’argenteria, ecco perché lavori sodo per tutta la stagione ed è quello che faremo fino alla fine della stagione.

Cosa ti colpisce di Braga?

Non credo che il Braga sia una squadra in cui puoi scegliere un giocatore. Abbiamo visto tante partite in Europa e anche quella contro il Benfica.

Per me è un avversario forte, le squadre portoghesi sono sempre forti quindi è difficile superarle. Il loro spirito di squadra è molto buono, sono molto bravi in ​​attacco, molto veloci con le ali veloci.

Nei momenti di transizione possono punirti molto velocemente e in fase difensiva sappiamo che sono davvero ben organizzati e non regalano molte occasioni. Per loro superare Monaco e Sheriff negli ultimi turni è un’ottima prestazione.

Dobbiamo dare il massimo per superare il Braga.

Pensi che l’inesperienza di Braga influirà nel gioco?

So che i Rangers hanno giocato a Braga un paio di anni fa. Erano squadre diverse, non posso confrontare quelle partite.

Sebbene il Braga abbia giocatori inesperti, si comportano davvero bene. Non si tratta di esperienza, si tratta delle tue prestazioni, quindi non hanno vinto contro Monaco e Sheriff perché sono una squadra inesperta, erano una squadra ben organizzata, una squadra forte, un buon collettivo e penso che il Braga sia tutto questo .

.

Add Comment