Sean Dyche ha detto ai giocatori di Burnley Everton che “non sanno come vincere” per ispirare il ritorno di Turf Moor nella lotta per la sopravvivenza | Notizie di calcio

Sean Dyche ha rivelato di aver detto ai suoi giocatori di Burnley l’Everton “non sanno come vincere” mentre pianificavano il loro ritorno per infliggere una settima sconfitta in 10 partite ai Toffees.

Burnley era in svantaggio per 2-1 all’intervallo grazie a un paio di rigori di Richarlison e il messaggio nello spogliatoio di Dyche ai suoi giocatori era chiaro: sfruttare la difesa che perde e la scarsa fiducia degli ospiti dopo una punitiva fuga in trasferta.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Maxwel Cornet segna quello che potrebbe rivelarsi un enorme gol nella battaglia per evitare la retrocessione quando Burnley ha battuto l’Everton 3-2.

L’Everton non ha vinto una partita di Premier League in trasferta da agosto, ma sembrava che avesse battuto quel record di otto mesi fino a quando Jay Rodriguez e Maxwel Cornet non hanno segnato nel secondo tempo per regalare a Burnley una vittoria in ritardo. Mette loro un punto fuori sicurezza e dà ai Toffees lo stesso cuscino al di fuori degli ultimi tre.

Dyche ha detto Sky Sport: “Ci sono stato, so com’è e ogni stagione ci sono stati momenti difficili per noi. È difficile da spiegare, ma a volte si sente che una squadra potrebbe aver perso come vincere una partita. Gli ho detto loro a metà tempo ‘Non sono sicuro che questi sappiano vincere una partita, soprattutto fuori casa’.

“Ho detto loro che dobbiamo giocare con quella mentalità – lo facciamo giocando in avanti con una qualità migliore ed essendo più aggressivi nel nostro gioco. I nostri passaggi e il tentativo di entrare nelle aree di attacco del campo non sono stati gloriosi ma c’è erano patch e abbastanza patch in cui abbiamo trovato tre gol e sono contento di questo.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Jay Rodriguez era a disposizione per toccare casa da distanza ravvicinata e pareggiare di nuovo Burnley contro l’Everton.

“Penso che prima di questa partita avessero preso sei punti su 42 fuori casa e ne abbiano subiti 49 nel corso della stagione, quindi sentivamo che poteva esserci quel vantaggio che avremmo potuto attaccarli forse, forse più liberamente. Non credo che era scorrevole, ma abbiamo avuto momenti che contavano, ovviamente, e me lo sono ricordato a loro a metà tempo”.

Lampard: Non siamo diversi dagli altri lottatori per la retrocessione

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

L’allenatore dell’Everton Frank Lampard crede che la sua squadra avrebbe dovuto battere Burnley ma non era abbastanza clinica sotto porta

Il boss dell’Everton Frank Lampard ha detto che la sua squadra avrebbe dovuto vincere dopo aver mantenuto un vantaggio nell’intervallo, prima di aggiungere che i Toffees erano in una vera “battaglia” per evitare il calo.

Affrontando l’idea che c’era più pressione sull’Everton rispetto ai suoi rivali per la retrocessione a causa delle dimensioni, della storia e del relativo successo del club, ha detto Sky Sport: “Per me è lo stesso, che sia vero, forse, ma non dovrebbe essere in termini calcistici assoluti. La realtà è quella che è: non siamo diversi da Burnley, Watford, Norwich o Leeds. È lì che ci troviamo Siamo come una squadra di calcio. I giocatori non hanno bisogno di ascoltare o leggere nient’altro che presentarsi domani e ottenere i risultati giusti per mantenerci in questo campionato.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

L’Everton pareggia di livello grazie al bel rigore di Richarlison.

“Non possiamo controllarlo, quindi non ha senso approfondire, sarebbe stato in giro per il club prima che fossi qui e continuerà fino alla fine della stagione. L’unica cosa che possiamo fare è controllare cosa possiamo, ovvero lavorare e lottare per ottenere i risultati.

“Dal 2-1 dovremmo vincere la partita, e con più gol. Non siamo abbastanza clinici sulle numerose occasioni, sui contropiedi, e a quel punto si lascia la partita aperta. Poi sbagliamo i loro gol .

“Non sono sicuro che importi di cosa si tratta, ma i giocatori devono affrontarlo. L’unico modo per farlo è combattere e continuare a lavorare. Questo è quello che devono fare i giocatori. Siamo in una battaglia, se vogliamo non lo sapevamo prima, lo sappiamo ora. Siamo ancora sopra Burnley in classifica, ma ovviamente siamo molto dispiaciuti di perdere da una posizione vincente”.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

L’Everton passa in vantaggio dopo che il VAR è intervenuto per assegnare loro un rigore, con Richarlison che ha segnato il suo secondo gol della partita.

Hinchcliffe: L’Everton potrebbe crollare

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

LIBERO DA GUARDARE: gli highlights della vittoria di Burnley sull’Everton in Premier League.

Ex difensore dell’Everton e Sky Sport Il commentatore Andy Hinchcliffe ha detto che la sconfitta a Turf Moor potrebbe avere gravi ripercussioni sulla sua vecchia squadra a causa di un incontro più duro rispetto ad alcuni dei loro rivali per la retrocessione, a partire dal Manchester United a Goodison Park sabato.

Hinchcliffe ha detto: “Essendo un ex giocatore dell’Everton, ho passato dei bei momenti lì, ho sempre creduto che sarebbero usciti da questo pasticcio, ma più li vedo giocare, più mi preoccupo che in questa stagione, incredibilmente, loro Burnley andrà in quella partita contro il Norwich con incredibile convinzione dopo aver vinto stasera.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Nathan Collins dà a Burnley un vantaggio iniziale con un bel finale da angolo.

“Ecco perché Burnley voleva vincere stasera, in termini di ottenere i tre punti e avvicinarsi all’Everton, ma anche di partecipare a quella partita di Norwich. Forse possono rilassarsi un po’ di più dato che hanno fatto il lavoro stasera. Per l’Everton, è è il contrario; hanno un disperato bisogno di qualcosa da quella partita contro il Man Utd.

“Questa è stata una partita pressurizzata, lo sapevamo, ma ogni partita da qui in poi è ancora più pressurizzata per entrambe queste squadre, ma in realtà, più per l’Everton ora perché hanno avuto il run-in più duro. Sarà un vero test del carattere, l’ho sempre detto sull’Everton.

“Dubito delle loro capacità, ma nelle ultime partite pensavo che gli importasse, sembrava che corressero l’uno per l’altro e per Frank Lampard, ma se continui a commettere errori ed errori difensivi di base, fanno gioco dopo gioco, non vi date davvero una possibilità”.

Le partite rimanenti di Burnley

10 aprile – Norwich (a), in diretta su Sky Sport

17 aprile – West Ham (a)

21 aprile – Southampton (h), in diretta su Sky Sport

24 aprile – Lupi (h)

30 aprile – Watford (a)

7 maggio – Aston Villa (h)

15 maggio – Tottenham (a)

19 maggio – Aston Villa (a)

22 maggio – Newcastle (h)

Le partite rimanenti dell’Everton

9 aprile – Man Utd (h)

20 aprile – Leicester (h), in diretta su Sky Sport

24 aprile – Liverpool (a), in diretta su Sky Sport

1 maggio – Chelsea (h), in diretta su Sky Sport

7 maggio – Leicester (a)

10 maggio – Watford (a)

15 maggio – Brentford (h)

19 maggio – Palazzo di Cristallo (h)

22 maggio – Arsenale (a)

Add Comment